fbpx
Cosa sono controlli Schufa carte di credito

Cosa sono i controlli Schufa

Oggi voglio farti conoscere meglio la sicurezza nel mondo finanziario (ed in particolar modo delle banche).

Questo è un settore in cui circola molto denaro.

Quindi è necessario che i sistemi di controllo siano sempre all’avanguardia.

Ed ecco perché esistono i controlli Schufa.

Se non ne hai mai sentito parlare, non preoccuparti.

Ora ti spiego tutto ciò che devi sapere.

Schufa Holding AG è la più importante agenzia di credito tedesca.

Dispone di un famoso gruppo di controllo che ha l’esclusivo compito di verificare l’affidabilità degli istituti di credito (e non solo).

Questa società è stata realizzata soprattutto per registrare, controllare ed accertarsi che le persone che richiedono – ad esempio – carte di credito, abbiano fondi sufficienti per poter ripagare i servizi offerti da questo strumento.

Ecco in poche parole i controlli Schufa cosa sono.

Il nome di questa società deriva dall’espressione tedesca che ha a che fare con l’Agenzia centrale che ha il compito di tutelare e proteggere dai rischi.

Forse in giro avrai sentito parlare di Schufa in relazione ad altri termini, come ad esempio “valutazione Schufa” oppure “rapporto Schufa“.

In pratica si tratta sempre di controlli che vengono effettuati per avere informazioni creditizie sugli utenti.

Ma c’è dell’altro.

Adesso che hai capito Schufa cos’è, devo dirti qualcosa in più sul suo lavoro.

Una volta che dà il via ai suoi approfonditi controlli, fa in modo di verificare che la persona che ha richiesto una carta di credito,un prestito o un servizio bancario abbia tutte le carte in regola per restituire quanto offerto.

Mi spiego meglio.

Schufa cerca di calcolare la “solvibilità” della persona.

Per fare ciò stipula un punteggio di affidabilità, il quale è determinato, ad esempio, dai pagamenti fatti con le carte di credito o dai pagamenti effettuati delle fatture.

Per fartela breve, attraverso questa analisi è in grado di definire se un utente può essere considerato affidabile qualora quest’ultimo richieda alla banca un servizio.

Le occasioni in cui i controlli Schufa vengono effettuati sono diversi.

Se un utente richiede l’apertura di un conto presso la banca, è possibile che Schufa avvii un’indagine.

In effetti, l’istituto bancario ha bisogno di sicurezze prima di poter concedere eventuali prestiti o distribuire carte di credito.

Per questo prende in considerazione il punteggio di affidabilità della persona basato – ad esempio – su eventuali debiti non saldati in passato.

E se così fosse, la banca può decidere di rifiutare la richiesta del cliente e quindi negare un prestito o una nuova carta di credito.

I controlli Schufa vengono effettuati anche per quanto riguarda il tasso di interesse.

Mi spiego meglio.

Se il rischio per la banca è troppo elevato, accade che questa innalzi il tasso di interesse per i suoi servizi.

Al contrario, se la banca ha tutte le garanzie di cui ha bisogno, concederà dei prestiti con tassi di interesse ridotti.

E questo perché ha la certezza che il denaro che ha prestato le verrà restituito senza problemi.

Se lo desideri, puoi verificare il tuo punteggio di affidabilità attraverso Schufa.

E puoi farlo ogni anno.

La società ti invierà un rapporto gratuito con tutte le informazioni.

Qualora avessi bisogno di approfondimenti o dell’emissione di più analisi nel corso dell’anno, puoi richiedere tutto ciò a pagamento.

E un’altra cosa.

Trattandosi di un’analisi molto approfondita, per il suo completamento dovrai attendere un po’ di tempo (di solito ci vuole qualche settimana).

Quindi i futuri (possibili) proprietari delle carte di credito prima di poter entrare effettivamente in possesso di quest’ultime, devono superare il rigido controllo da parte di Schufa.

Ma ci sono anche delle eccezioni.

C’è la carta di credito Viabuy che può essere richiesta da chiunque.

Ed il motivo è semplice.

La procedura di rilascio di questa carta non implica alcun controllo da parte del famoso istituto tedesco.

Facciamo un breve riassunto.

Schufa effettua dei controlli per verificare che le persone che richiedono servizi alle banche abbiano tutti i requisiti per accedervi.

E questo perché se – per esempio – un finanziamento concesso non viene poi rimborsato, il debito si sposta sulla banca.

Ciò andrà a mettere in difficoltà anche gli altri clienti della banca, i quali non potranno contare più sui vantaggi offerti da quest’ultima.

I controlli Schufa entrano in gioco – nella maggior parte dei casi – per l’emissione delle carte di credito (eccetto per Viabuy che non richiede alcun tipo di verifica finanziaria).

E se dall’indagine salta fuori che l’utente che ha richiesto un eventuale servizio bancario non soddisfa i requisiti, potrebbe finire in una lista di “cattivi pagatori” che potrebbe rendergli difficile accedere alle proposte bancarie in futuro.


Dario Mastromattei

Sono un blogger assetato di conoscenza curioso ed appassionato di tecnologia. Il mio obiettivo è far scoprire i capolavori e la bellezza dell'arte nell'era digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *